Speed Loop

Lo Speed Loop, o salto mortale in avanti su acqua piatta, è quella manovra che vi nomina a tutti gli effetti un “capo”, uno forte insomma.
Avrete sicuramente sentito dire, tra le chiacchiere da spiaggia, “Hey, quello sa fare lo speed loop!”.
Ed, in effetti, è una manovra amata da tutti quelli che sono in grado di eseguirla, temuta da chi ci prova e odiata da coloro che non trovano il coraggio di farla. Le prime rotazioni in avanti le ha provate, manco a dirlo, un italiano, Cesare Cantagalli con il suo Cheese Roll, praticamente una rotazione laterale in avanti. In seguito gli Hawaiani (tra i primi Dave Kalama), prendendo spunto dal nostro Cesare, sono arrivati allo Speed Loop e alla sua variante con onda, il Forward.

E adesso vediamo come eseguirlo.
le condizioni ideali per provarlo sono un bel Chop, vento che permette di usare la 5.3 e tavola non troppo voluminosa. Iniziate la manovra con i piedi ben infilati nelle strap, non soprainvelati, saltando con un’impugnatura del boma più larga del consueto verso la bugna e piegate contemporaneamente le ginocchia verso poppa. Più eseguirete i movimenti con decisione, più avrete la possibilità di chiudere con successo questo salto. Durante l’atterraggio, ammortizzate l’impatto con l’acqua, piegando ulteriormente le gambe.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *